FIVEMAN BOWL 2001/2
DRAGONS CAMPIONI

I Dragons Brindisi battono i Neptunes Bologna 48-26 e si laureano Campioni d'Italia 2001/02 della serie C (Fiveman).

Tabellino:

  1░ Quarto 2░ Quarto 3░ Quarto 4░ Quarto

Finale

Dragons 8 18 14 8 48
Neptunes 6 6 8 6 26

1░ Quarto
#32 Corsa (BR) TD, pass from #8 Giorgino 6-0
#83 Guadalupi (BR) PAT pass from #8 Giorgino 8-0
#24 Casalini (BO) TD pass from #12 Verucchi 8-6
l
2░ Quarto
#20 Pounds (BR) TD, run 14-6
#80 Nigro (BR) TD, run 20-6
#84 Sottile (BO) TD, pass from #12 Verucchi 20-12
#80 Nigro (BR) TD, run 26-12

3░ Quarto
#80 Nigro (BR) TD, run 32-12
#84 Sottile (BO) TD, pass from #12 Verucchi 32-18
#24 Casalini (BO) PAT pass from #12 Verucchi 32-20
#81 Nani (BR) TD, pass from #8 Giorgino 38-20
#50 Ignazzi (BR) PAT pass from #8 Giorgino 40-20

4░ Quarto
#84 Sottile (BO) TD, pass from #12 Verucchi 40-26
#30 Chiarella (BR) TD, pass from #8 Giorgino 46-26
#32 Corsa (BR) PAT, pass from #8 Giorgino 48-26

SarÓ Lanciano la sede per la finale del campionato nazionale di Fiveman Football promosso dalla F.I.A.F. Federazione Italiana American Football.
I Dragons Brindisi, dopo aver vinto il girone sud nella semifinale contro i Trucks Bari, incontreranno domenica 17 febbraio i Bologna Naptunes per contendersi il titolo nazionale di questa affascinante disciplina.

La scelta di Lanciano come sede per questo evento, oltre alle ovvie motivazioni logistiche, scaturisce dalla presenza della societÓ sportiva A.S. Lanciano Wild Dogs, che quest'anno ha esordito nel campionato di serie C e la cui dirigenza, il presidente Giuseppe Trivilino in primis, ha presentato un programma di sviluppo e promozione della disciplina football americano, indirizzata in particolar modo al settore giovanile.
Quello di quest'anno Ŕ il primo campionato nazionale, che vede le capoliste dei gironi nord e sud giocarsi il tutto per tutto nel cosiddetto "FivemanBowl" ovvero la finale per assegnare il titolo.
In programma anche altre manifestazione sportive che vedranno protagonisti i padroni di casa Wild Dogs Lanciano.
I Dragons Brindisi di coach Marco Vierucci sono uno dei teams di punta italiani, gia Campioni d'Italia 1999/00 nella disciplina flag-football (quella senza contatto), tre convocati nella nazionale junior e un folto gruppo di giovani e giovanissimi, oltre al primo team nazionale femminile.
I Neptunes Bologna, ex Centauri, sono formati da giocatori di provata esperienza con una serie di giovanissimi che hanno dimostrato da subito il loro valore, contribuendo a portare il team in finale.

Programma
- 13.00 Arrivo teams e arbitri sul campo
- 15.00 inizio incontro Finale Brindisi - Bologna
- 16.30 incontro promozionale Lanciano Wild Dogs - Sorrento Nightmares
- 18.00 Premiazioni
La manifestazione si svolgerÓ con il patrocinio del Comune di Lanciano presso il Campo Sportivo "Villa delle Rose" a partire dalle ore 15.00, ingresso gratuito.

DRAGONS BRINDISI

NEPTUNES BOLOGNA

Errico Michele
Ignazzi Marco
Giorgino Francesco
Corsa Giovanni
Nigro Vito
Nani Alessandro
Guadalupi Antonio
Chiarella Marco
Cozzoli Nicola
La China Stefano
Savietti Alessandro
Luconi Umberto
Colaianni Vito
Tadeo Marco
Vitale Roberto
Pounds Chris
Bonfrate Valerio
Carlucci Marco
Renna Giampaolo
Di Tondo Nicola
Head Coach
Marco Vierucci
Trainer
Prof. Marilena Orfano

#70 Center
#50 Guard
#8 Quarterback
#30 Running Back
#80 Running Back
#81 Receiver
#83 Receiver
#32 Guard
#1 Quarterback
#88 Receiver
#42 Linebacker
#99 Linebacker
69 Linebacker
#40 Linebacker
#22 Defensive back
#20 Defensive Back
#84 Defensive Back
#90 Linebacker
# Linebacker
# Defensive Back

Stefano Buccio
Alessandro Caleffi
Marco Carini
Andrea Casalini
Maurizio Cesari
Claudio Chiodini
Giorgio Gallettin
Nicola Garbin
Nicholas Mazzocchi
Giorgio Raia
Giovani Santini
Gianpaolo Sottile
Marco Verucchi
Fabrizio Vezzali
Head Coach
Alessandro Tanassi

#52 Safety
#40 Runningback
#80 Widereceiver
#24 Runningback
#33 Runningback
#99 Cornerback
#17 Safety
#25 Widereceiver
#55 Cornerback
#44 Center
#75 Linebacker
#84 Widereceiver
#12 Quarterback
#67 Noseguard

Download: la locandina ufficiale (pdf, 393Kb)

<< BACK